Collana Kufferle - Viaggi straordinari

Autori vari, Viaggi straordinari. Resoconti, impressioni, testimonianze e racconti tra Ottocento e Novecento (2011)

Prima dell’avvento del turismo di massa, viaggiare era un’esperienza che poche persone potevano permettersi. La difficoltà negli spostamenti, il tempo necessario a ricoprire le distanze, i collegamenti viari non sempre agevoli rendevano il viaggio un’esperienza straordinaria – nel senso letterale di fuori dall’ordinario. Anche per questo motivo la letteratura di viaggio ricopre da sempre un fortissimo interesse: dalle narrazioni di esplorazioni di paesi esotici all’avventura più quotidiana – ma non per questo meno rivelatrice – a contatto con luoghi più prossimi e familiari, il resoconto di viaggio rappresenta un mezzo formidabile per un racconto sull’uomo e sul suo rapporto con il mondo. E in questa antologia di testimonianze di «viaggi straordinari», effettuati tra l’800 e il primo ’900 da letterati, giornalisti, esploratori, il viaggio diventa una delle modalità più efficaci per mettere in pratica l’indicazione sapienziale del «conosci te stesso»; perché è nel rapporto con l’ignoto (nel senso di non ancora disvelato), nella scoperta di luoghi, persone e suggestioni non ancora conosciute, che l’uomo impara a fare esperienza di sé.

Testi di Italo Svevo, Edmondo De Amicis, Matilde Serao, Luigi Barzini e altri.

«Non sono più io che decido di partire, è una forza misteriosa che mi ci spinge». (Giuseppe Vigoni)

A cura di Nicola Caleffi e Guglielmo Leoni

ISBN 978-88-96855-27-0, 180 pagine, 12 euro

Acquistalo su Amazon

Annunci